Progetto Japanese Tea

Scienza, Tradizione, Erboristeria e Coltivazione del Tè verde giapponese

Logo del progetto Japanese Tea

Gemellaggio Italia - Giappone

Una collaborazione stretta tra Laboratorio Atom e coltivatori giapponesi di tè, accuratamente selezionati per fornirvi qualità e sicurezza.

Campi di tè verde in Giappone

Collaboriamo in via esclusiva con

Maruei Inc.

Logo che unisce quello di Maruei con il nostro Atom.

Il tè

La pianta del tè, chiamata botanicamente Camellia sinensis Sims. (L.) Kuntze, appartiene alla famiglia delle Theaceae, diffusa soprattutto nelle regioni temperato-calde, sub-tropicali e tropicali del pianeta. In natura è un albero sempreverde che raggiunge un'altezza di 5-10 m, molto ramificato. Nelle coltivazioni viene mantenuto ad un'altezza di 1 m per facilitare la raccolta, eseguita soprattutto a mano.

La droga della pianta è costituita dalle gemme terminali non schiuse e dalle prime foglie, giovani e morbide.

Esistono molte varietà di tè, a seconda dell'origine geografica, del tipo di foglie, del trattamento, ecc.

  • Tè verdi = le foglie vengono stabilizzate con getto di vapore, poi arrotolate e leggermente torrefatte. Ciò consente alla clorofilla di rimanere intatta.
  • Tè neri = le foglie vengono fatte appassire leggermente e poi arrotolate. Dalle cellule fuoriesce parte del loro contenuto, gli enzimi entrano in contatto con il substrato e si ha una fermentazione (ottenuta in ambiente umido, della durata di qualche ora). Il colore nero è dato dall'ossidazione dei polifenoli.
  • Tè oolong = parzialmente fermentato.

Il contenuto in caffeina rimane più o meno lo stesso in tutti i tipi di preparazione. Le tipologie di tè giapponesi, però, riescono a conferire variabilità aggiuntive.

Il tè verde non fermentato contiene proteine, aminoacidi (tra cui la theanina), glucidi, acido ascorbico, vitamine B, alcaloidi purinici (caffeina e piccole quantità di teofillina e teobromina), eterosidi di alcool terpenici, alifatici e aromatici che contribuiscono al caratteristico aroma.

I composti fenolici sono i grandi protagonisti - come spesso nel regno vegetale. Seppur variabili, ricordiamo tra essi l'acido clorogenico, l'acido caffeico, i flavonoidi, le catechine (tra cui l'epigallocatechinagallato) e le proantocianidine.

Al tè sono riconosciute proprietà antiossidanti e stimolanti. Studi epidemiologici, eseguiti su campioni numerosi, attestano come il consumo quotidiano di tè possa ridurre notevolmente il rischio di incorrere in patologie tumorali.

Ricordiamo che le indicazioni fisiologiche del Tè, secondo gli utilizzi come integratore alimentare, sono: drenaggio dei liquidi corporei, equilibrio del peso corporeo, normale funzionalità intestinale, tonico (stanchezza fisica e mentale), antiossidante.

 

Perchè il giapponese?

Le particolari tecniche di lavorazione e la cura nella certificazione del prodotto sono le principali motivazioni che ci hanno spinto a questo progetto.

 

Quali e quanti?

I principali tè giapponesi che abbiamo deciso di portare nelle vostre case sono:

  • Matcha = un tè in polvere, in diverse gradazioni (dal Cerimoniale Extra Premium a quello utilizzabile a scopo culinario). Le foglie vengono cotte al vapore, asciugate e ridotte in polvere.
  • Gyokuro = tè di lusso in cui la pianta del tè Sencha viene posta in penombra, coprendo la piantagione, per circa 20 giorni prima della raccolta. Il contenuto in caffeina è elevato (0.16% in estrazione acquosa) ma l'azione è attenuata dall'alta concentrazione di L-Teanina.
  • Sencha = le foglie rimangono sempre esposte alla luce del Sole, per poi essere sottoposte a vapore subito dopo il raccolto e seccate nella loro classica forma. Da qui, ulteriori processi di lavorazione conferiscono il titolo di "Sencha" e differenti profumazioni/aromi/proprietà a seconda delle tecniche usate. E' il più consumato tra i tè giapponesi e molto spesso, in Europa, troviamo tè Sencha venduto come Giapponese ma coltivato in Cina. Il nostro tè è unicamente e rigorosamente coltivato in Giappone.
  • Kabusecha = si tratta di un tè che viene coperto proprio come il Gyokuro, ma per un minor tempo. Il taglio poi è quello che si effettua per il Sencha.
  • Fukamushi = un tè verde che viene sottoposto a un periodo di bollitura più lungo.
  • Houjicha = un tè verde tostato che assume una colorazione brunastra e un aroma di nocciola.
  • Genmaicha = una miscela di tè verde e riso tostato. Chiamato anche tè “pop-corn” per la presenza di popcorn bianchi dovuti all’alta temperatura della tostatura del riso.
  • Kukicha = un tè verde pregiato ottenuto dai fusti e dai rametti di tè verde Gyokuro.
  • Konacha = un tè verde pregiato composto da piccolissimi frammenti di foglie di tè Gyokuro

Quali garanzie offriamo?

Poter trattare erbe officinali da Erboristi, affiancando la nostra attività di laboratorio erboristico e di coltivazione, è ciò che permette di inserire il tè nel nostro percorso qualità. La filiera del tè viene garantita grazie al rapporto di collaborazione instaurato con i coltivatori giapponesi di cui potete avere notizie sul nostro sito. I luoghi scelti e i laboratori produttivi e di controllo di qualità garantiscono un prodotto sicuro e naturale. Il tè è bevanda della Salute, oltre che una specie medicinale dalle molte proprietà, e ciò che assumete deve poter avere origine certa e analisi reali. Noi abbiamo tutto questo. Mettiamo la faccia in tutto ciò che offriamo.

 

Perché non siamo una semplice rivendita?

Siamo un laboratorio erboristico e per noi il tè giapponese si può riassumere nel Progetto Japanese Tea. Abbiamo due elementi che ci consentono di avere il controllo del te verde che vi viene venduto, la sua qualità e la correttezza della sua lavorazione: la stretta collaborazione con i coltivatori giapponesi e il confezionamento realizzato personalmente da noi.